Creta – le 7 migliori spiagge dell’ ovest

Creta uguale mare! Perchè il fascino dell’isola deriva anche dalla sua storia, dalle sue cittadine veneziane, dai suoi monasteri, ma il mare non è solo spiagge meravigliose, è l’essenza che rende dolci le pietre, che pervade l’aria, che accarezza gli ulivi, che ha reso possibile lo sviluppo della civiltà minoica, ha portato le navi di San Marco e poi quelle turche.

Insomma il mare è tutto qui, e ce n’è per tutti i gusti, dal blu profondo da perdercisi, al turchese che incanta, alle trasparenze diafane delle lagune che fanno intravedere sabbie bianche e rosa.

Le migliori spiagge si trovano nella parte occidentale dell’isola, curatissime ed intatte. Posso dirvi che, nonostante le spiagge più note siano molto, inevitabilmente troppo, frequentate, non troverete rifiuti a contaminarle come spesso avviene.

Io mi sono divertita a girarle un po’ tutte e non sono mai rimasta delusa. Ecco la mia lista delle spiagge più belle di Creta ovest. Pronti a sognare?

1. LAGUNA DI BALOS

Si contende con Elafonissi il titolo di Miss Creta. La laguna si Balos è una spiaggia bianca con una lunga lingua candida che separa due specchi d’acqua marini. Il mare è trasparente e molto basso per un lungo tratto, poi diventa turchese lì dove il fondale è più profondo. Lo sfondo è quello della roccia della penisola coperta del verde della macchia mediterranea.

Questo spettacolo incomparabile si paga con un po’ di fatica per giungervi. Se infatti si vuole trovare la spiaggia senza troppa gente bisogna rassegnarai a partire da Kissamos la mattina presto in direzione della penisola, prendere la strada sterrata di circa 8 km che porta sino al paese di Kalivani e poi percorrere un ripidissimo sentiero soleggiato in discesa che mette a dura prova per 2 km. Fino alle 10 la spiaggia è quindi relativamente senza gente e lo spettacolo naturale dà il suo meglio.

Spiaggia Balos Creta

L’alternativa è prendere il traghetto che parte tre volte al giorno da Kissamos alla laguna di Balos. L’aspetto negativo è che scarica centiaia di persone sulla spiaggia che perde un po’ del suo fascino e che i tempi di sosta sono obbligati anche se sufficientemente lunghi. Il lato positivo invece è la sosta alla splendida isola di Gramvousa che altrimenti non sarebbe raggiungibile a piedi.

Acaua Balos Creta

Sulla spiaggia viene affittato un numero limitato di ombrelloni e non vi sono altri ripari, quindi conviene pensarci in tempo. Sul traghetto noleggiano gli ombrelloni a 5 euro.

2.ISOLA DI GRAMVOUSA

Gramvousa Creta

Al largo di Kissamos sulla via della laguna di Balos, essendo un’isola naturalmente è raggiungibile solo via mare, o con escursioni private di una giornata molto care a meno che non siate un gruppo numeroso a dividervi la spesa, oppure con il traghetto diretto alla Laguna di Balos.

Gramvousa Creta

Gramvousa è conosciuta come l’Isola dei pirati, e vi si favoleggia di un tesoro sepolto qui e mai ritrovato. Effettivamente l’isola rocciosa e con un’altura a picco sul mare forniva un rifugio naturale ai pirati.

Sulla sua sommità sorge un fortino veneziano suggestivo, ma per arrivarci è una bella scarpinata, se si va con il traghetto questa ascesa ruba tutto il tempo disponibile per la sosta e io vi consiglio di prediligere il mare che è davvero stupendo.

La bellezza non è tanto nella spiaggia, ma nell’acqua. Facendo attenzione ad alcune rocce che si trovano nei primi metri di acqua, il mare diventa subito profondino di un colore turchese e trasparente fantastico (spero che la doto aui solea renda l’idea), come una grande piscina piena di pesciolini piuttosto audaci che cercheranno di darvi bonari bacetti alle gambe. Tranquilli, non fanno male ed è un’esperienza singolare.

3.ELAFONISI

Elafonisi Creta spiaggia

Elafonisi è un luogo straordinario, che è stato inserito tra le 10 spiagge più belle del mondo. Nonostante sia raggiungibile anche da Kissamos, vi consiglio di fermarvi a dormire direttamente ad Elafonisi, per poter arrivare sulla spiaggia la mattina presto, e trovarla (relativamente) vuota. Ben presto infatti viene presa d’assalto da torme di bagnanti che ne occupano ogni centimetro quadrato e la visione d’insieme perde un po’ del suo fascino.

Per arrivare da Kissamos ad Elafonisi, che si trova all’estremità sudovest di Creta, occorre attraversare una zona delle montagne di Topolia ed Elos molto suggestiva, tra gole, paesini e monasteri. Non sarà raro trovare dei punti di ristoro che offrono i genuini prodotti tipici di questa terra. Ad Elaofnisi poi ci sono diverse soluzioni di alloggio in prossimità della spiaggia.

La spiaggia si stende circolare intorno alla laguna, è ampissima e bianca e assume sulla riva dei meravigliosi riflessi rosa anche intensi in alcuni punti, dovuti alle particolari conchiglie rosa che si sono sbriciolate. Questa è la caratteristica che rende questa spiaggia famosa nel mondo.

elafonisi

E poi c’è l’isola di Elafonisi, che è raggiungibile a piedi attraverso una traversata di dieci minuti della laguna, con l’acqua così trasparente che verrebbe voglia di berla se non fosse salata, alta in alcuni punti sino alle caviglie con i riflessi rosa che emergono dalla sabbia del fondale, in altri punti sale sino alla vita e non di più.

Quando si arriva all’isola ci si ritrova in un angolo di Caraibi. La gente è tendenzialmente pigra e quindi incredibilmente nonostante il pienone della spiaggia al di là della laguna, qui sull’isola non troverete molta gente. Certo è parco naturale protetto e non vi sono gli ombrelloni fissi, ma sulla parte opposta a quella della laguna vi è una bella spiaggetta su cui è tollerato portare ombrelloni personali removibili. Questa spiaggetta, a cui si arriva seguendo il breve sentiero sabbioso che attraversa l’isola, dà su un mare completamente diverso da quello della laguna, più profondo e turchese intenso, e anch’esso assolutamente splendido. Sulla battigia di questo punto sono le più intense sfumature di rosa.

Se poi ci si vuole inoltrare per esplorare l’isola, che peraltro è piuttosto piccola, possiamo trovare sul promontorio occidentale un faro, distrutto dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale e poi ricostruito. Vi è poi una chiesetta (Agia Irini) con una grande croce di legno, a ricordo di un terribile naufragio del proscafo austriaco Imperatrix nel 1907; le acque agitate dalla tempesta (difficile immaginarsele così a vederle placide e trasparenti nello splendore estivo) sbatterono una scialuppa con molti naufraghi a bordo contro gli scogli, e morirono 38 persone, che oggi riposano tutte sull’isola.

Sull’isola di Elafonisi vi sono dune di sabbia su cui crescono 110 diverse piante ed erbe, tra cui alcune specie di vegetazione endemica che non si trovano in nessuna altra parte del mondo. Anche la tartaruga Caretta Caretta vi depone nella stagione giusta le sue uova.

4.STAVROS

Forse non troverebbe posto tra le cinque spiagge più belle di Creta se non fosse stata resa indimeneticabile dal film Zorba il Greco. E’ carina, ma non è tra le mie preferite, un po’ troppo dispersiva e poco raccolta.

Stavros è una spiaggia molto nota, comoda da raggiungere e con buoni servizi come le ordinazioni bar all’ombrellone, il wi-fi ed il grande parcheggio gratuito, ampia e in parte attrezzata in parte libera, con la sabbia dorata e un mare bandiera  blu sovrastato ad est da una montagna, la cava di Lera, che i piùù volenterosi possono raggiungere a nuoto.

Stavros

Dall’alto di questo promontorio Antony Queen balla il sirtaki più famoso che esista, anzi si dice che gli sceneggiatori di Zorba il Greco inventarono proprio il sirtaki come lo conosciamo ora per permettere ad Antony Queen di ballare le danze tradizionali greche che richiedevano maggiori doti ginniche.

5. FALASARNA

Falasarna è impressionante per le dimensioni. Mai vista una distesa di sabbia bianchissima cos’ profonda e lunga. Si tratta in realtà di due spiagge, che sono zona protetta per le loro dune e la loro fauna.

La spiaggia principale, Pachia Ammos, ed è lunga 1km e profonda 150 metri. Dove finisce e parcheggiano le macchine ancora la sabbia tende ad allungarsi.

Le sue acque sono limpide e calde, e sono l’ideale per praticare sport acquatici quando i venti da 4 direzioni, che non trovano ostacoli in quella distesa non protetta da montagna, increspano onde fantastiche per i surf.

Falsarna è ben attrezzata, il parcheggio è facile  e dispone di due chioschi bar. Nelle vicinanze ci sono alcune affollate, economiche e ottime taverne tradizionali per la cena.

Non perdetevi il tramonto meraviglioso all’orizzonte sul mare dietro a quella infinita distesa di sabbia.

6. KALATHAS

La spiaggia di Kalathas si trova sul versante occidentale della penisola di Akrotiri. La strada costeggia una costa frastagliata di roccia che nasconde diverse calette a cui si può accedere per sentierini che scendono giù a piccole spiagge, tra cui ne spicca una più grande ed attrezzata, Kalathas.  A Kalathas il mare limpido diventa profondo molto lentamente, e sulla spiaggia una taverna offre cibi semplici ed economici.

Kalathas

Se poi amate le piccole calette intime, scegliete il gioiellino appena alla sinistra di Kalathas, forse non ha neanche un nome,  sulla spiaggia bianca c’entrano a mala pena una quindicina di persone,  il mare è azurrissimo; si può raggiungere a nuoto da Kalathas o con un sentierino in forte pendenza dalla strada.

Molti sulla penisola di Akrotiri indicano come migliore spiaggia Seitan Limania;  io ve la sconsiglio, si tratta di un fiordo sicuramente incantevole da vedere dall’alto, ma raggiungerla è un’impresa, dapprima con la macchina lungo una strada a picco sterrata e non protetta, poi con un sentiero impervio e sassoso che mette alla prova le abilità ginniche, il tutto per ritrovarsi in una spiaggia relativamente piccola e molto affollata.

7.FODELE

Fodele si trova sulla costa nord, ad una trentina di chilometri ad ovest di Heraklion, forse l’unica spiaggia davvero degna di nota nel tratto di mare tra Heraklion e Chania.

Fodele era il porto dell’antica città di Astali, di cui oggi non è rimasto molto.  E’ nota perchè è il paese natale del pittore Dominicos Theotokopoulos, conosciuto come El Greco. Oggi è un piccolo villaggio tradizionale, con la chiesa di Panaghia, del XIV secolo, e la chiesetta dell’Annunciazione, dellXI secolo, e le rovine della presunta casa di El Greco.

Fodele beach resort

Soprattutto Fodele è dominata dal Fodele Beach Resort, un complesso di lusso con un parco acquatico che occupa tutta la collina che domina la spiaggia di Fodele, io vi ho soggiornato alcuni giorni ed è stata un’esperienza di gran relax e divertimento.

Un lato della grande spiaggia è attrezzato e appartiene al resort, vi sono molti ombrelloni  che riempiono un po’ troppo l’ampia distesa di sabbia bianca, curatissima e quasi setacciata come zucchero a velo; l’altro lato è spiaggia libera, rimane più sgombro alla vista e la sabbia è più grossolana.

Il fondo marino è sabbioso ma con un po’ di ghiaia e qualche scoglio, e questo rende il mare particolarmente trasparente perchè la sabbia è più pesante e non entra in circolo in acqua. Il mare diventa subito profondo e quindi non molti metri sono adatti ai bambini, mentre è ottimo per lo snorkeling.

A voi l’ imbarazzo della scelta

Naturalmente questa è solo una carrellata parziale delle tante belle spiagge di Creta, ma ce n’è abbastanza per innamorarsi di quest’isola.

Insomma avete scelto la vostra spiaggia ideale o siete indecisi? Sappiate che non è necessario scegliere, le distanze sono tali che in una settimana si possono girare tutte, godendo delle differenti bellezze senza stancarsi, e godendo durante le brevi tappe del viaggio di bei panorami e di tanti paesini interessanti, e per chi si annoia a fare solo la vita da spiaggia, consiglio di dedicarsi alle immersioni, i fondali intorno a Creta sono fantastici!

15 thoughts on “Creta – le 7 migliori spiagge dell’ ovest

  1. Kalathas mi ha colpito subito. Non che le altre non siano belle ma l’idea di una costa frastagliata fatta tutta di calette per me è imbattibile. Aggiungendoci anche il buon cibo locale ancora di più!

  2. I colori e la trasparenza del mare superano di gran lunga altri luoghi, persino quelli della mia terra (rinomata per il mare). Un viaggio da fare e consigliare.

  3. Dovevo partire per Creta due anni fa, poi purtroppo ho avuto gravi problemi di salute e ho annullato tutto. Per scaramanzia credo che non avrò mai più il coraggio di prenotare un viaggio li e un po’ mi dispiace vista la bellezza delle spiagge.

  4. L’estate è troppo breve e finisce sempre troppo in fretta, non trovi? Queste foto di Creta mi fanno venire una voglia incredibile di andarci, non ci sono mai stata!

  5. Da amante delle calette riparate, forse mi hai dato un’idea niente male! Non ho mai preso in considerazione Creta per il turismo dilagante che ormai la fa da padrone. Riuscissi, però, a trovare un posticino relativamente tranquillo, davvero, non me la farei scappare!

  6. Io amo le isole greche e Creta non fa eccezione. Purtroppo quando ci sono andata non avevo ancora la mentalità di ‘esplorare’ quindi l’avevo girata ben poco…. devo assolutamente tornarci e vedere tutte queste spiagge!

  7. Ho letto così tanti articoli su Creta che ho pensato che ci siete stati tutti a parte me … ebbene devo assolutamente rimediare! VOGLIO ANDARE A CRETAAAAA

  8. Con settembre e il lavoro che mi stanno fagocitando, mi viene quasi una lacrimuccia a guardare le fotografie di queste spiagge meravigliose!

  9. Stupenda Creta! Ho fatto un on the road di tutta l’isola e ho adorato le sue spiagge, dalle più famose alle meno turistiche. Balos è tutt’ora la mia spiaggia preferita in assoluto!

  10. Queste spiagge sono una più bella dell’altra! Mi piacerebbe molto visitare Creta perché credo abbia molto da offrire, soprattutto a livello naturalistico!

  11. Mia suocera è tornata da poco da Creta e vedendo le sue foto delle spiagge e tramonti, mi sono innamorata. Davvero bellissima, spero di andarci presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *